Friselle integrali. Ricetta tradizionale.

Friselle integrali. Ricetta tradizionale

Ricetta tradizionale.
Una bontà tipica pugliese per avere sempre un’alternativa al pane e alle bruschette pronta all’uso in dispensa.
Stampa

Ingredienti
  1. -1 kg di farina integrale bio
  2. -50 g lievito madre essiccato o un panetto di lievito di birra
  3. -ca. 300 ml di acqua a temperatura ambiente ( non fredda)
  4. -sale rosa 10 g ca.
Procedimento
  1. In un robot da cucina/impastatrice o in una ampia ciotola a sponde alte versare la farina, aggiungere il lievito madre essiccato ( oppure il lievito di birra sbriciolato e sciolto in una parte di acqua in un bicchiere).
  2. Aggiungere il sale e a filo la restante acqua. Lavorare bene fino ad ottenere un impasto omogeneo, come se faceste il pane.
  3. Perciò qualora si appiccichi alle mani aggiungere un pochino di farina , se troppo asciutto ancora un pochino di acqua ( andare a occhio).
  4. Trasferire in un’altra ciotola ampia e coprire con un canovaccio o panno di lana in modo che stia caldo. Lasciare riposare almeno due ore.
  5. A questo punto dovrebbe aver lievitato bene ed essere raddoppiato di volume.
  6. Dividere l’impasto in pezzi da ca. 100 /130 g e ricavarne dei filoncini / rotolini lunghi ca. 15-20 cm a seconda della dimensione desiderata.
  7. Posizionare su una teglia, coprire e fare riposare ancora mezz’ora/un’ora.
  8. Allungate ora gli sfilatini fino a raddoppiarne la lunghezza.
  9. Chiudete ognuno a ciambella, mettere su teglia rivestita di carta da forno e cuocere in forno preriscaldato a 180 gradi per ca. 10-15 min. Devono risultare cotte a meta’, perciò chiare.
  10. Lasciare raffreddare.
  11. A questo punto con un apposito coltello da pane tagliare delicatamente, per non romperle, a meta’ in orizzontale in modo da ottenere due freselle per ogni pezzo.
  12. Rimettere in forno con la parte tagliata in alto e cuocere (ventilato se possibile ) per altri 30 /40 min. ca. a 150-160 gradi. Ma controllate la cottura, dipende dal vostro forno. Se il forno non possiede la ventola la cottura statica sarà più lunga. Andare ad occhio, devono risultare ben abbrustolite e croccanti.
  13. Togliere dal forno e lasciare raffreddare. Si possono conservare a lungo e al momento di consumarle passarle leggermente capovolte in acqua calda o brodo vegetale per anmorbidirle o se le preferite croccanti condire solo con olio evo . Aggiungere pomodoro fresco a pezzetti o altre verdure cotte, come per le bruschette.
  14. Buon appetito!
Cucinare sano e gustoso http://www.cucinaresanoegustoso.it/

 

 

Crackers fatti in casa leggeri

Crackers fatti in casa leggeri

Crackers leggeri fatti in casa.

(La foto ha il solo scopo illustrativo).

Stampa

Ingredienti
  1. 500 g di farina di farro (oppure integrale)
  2. 30 g di lievito madre essiccato (oppure una bustina di lievito per torte salate)
  3. 50 ml olio di girasole
  4. Ca. 250 ml acqua a temperatura ambiente
  5. 3 cucchiai di sesamo ( anche tostato)
  6. Sale rosa q.b.
Istruzioni
  1. Impastare velocemente tutti gli ingredienti e fare riposare per cinque minuti l’impasto. Stendere con l’apposita macchinetta per pasta, passandolo prima nella parte con più spessore e poi nella parte più sottile.
  2. Se non avete la macchinetta per pasta dovete lavorare un po’ di più col mattarello per ottenere una sfoglia davvero sottile.
  3. Cuocere in forno preriscaldato a 180° e ventilato per pochissimi minuti controllando la cottura in modo che non si brucino!
Cucinare sano e gustoso http://www.cucinaresanoegustoso.it/

Crescioni di Piadina romagnola farciti

Crescioni di Piadina romagnola farciti

Crescioni di Piadina romagnola. Una sorta di Calzone di Piadina farcito.
L’impasto è lo stesso della piadina romagnola , poi vengono chiusi a calzone e farciti a piacere.
I classici sono pomodoro e mozzarella (o mozzarisella di riso) oppure alle erbe miste, ma ci si può veramente mettere di tutto , come in una pizza. Buonissimi anche con un ripieno fatto di patate lesse e zucca lessa mescolati insieme e conditi con sale pepe e noce moscata o altro a vostro piacere come se farciste una Pizza chiusa!
Stampa

Ingredienti
  1. Ingredienti per l’impasto di piadina base
per fare ca. 4 crescioni
  1. 500 g di farina integrale o di farro
  2. 2 dl di acqua
  3. 10 g scarsi di sale rosa
  4. 100 g di olio evo
  5. Una punta ( mezzo cucchiaino da caffè scarso ) di bicarbonato di sodio.
Istruzioni
  1. Impastare bene tutti gli ingredienti fino ad ottenere un bel panetto sodo, farlo riposare giusto cinque minuti sotto un canovaccio. Attenzione a non esagerare con il bicarbonato solo un pizzic o altrimenti risulterà salato!!
  2. Ricavarne quattro palline e stendere ognuna col mattarello, ma più sottile rispetto ad una piadina, deve essere molto sottile.
  3. Posizionare il ripieno su di un lato al centro ma distante dai bordi che dovranno essere completamente asciutti e puliti per potersi chiudere bene.
  4. Se decidete di farli pomodoro e mozzarisella o mozzarella, preparate un sughetto di pomodoro condito a piacere ma deve essere “stretto” e non liquido, in modo che non fuoriesca durante la cottura.
  5. Anche eventuali verdure grigliate o cotte devono essere ben asciutte.
  6. Chiudere a mezzaluna il crescione chiudendo bene i bordi, dapprima schiacciando con i polpastrelli, poi con l’aiuto di una rotella per pasta ritagliare le parti in eccesso e poi schiacciare bene lungo tutto il bordo ripetutamente con una forchetta stando attenti a non bucare il crescione , in modo da essere sicuri di averlo veramente chiuso bene e che non si apra in cottura .
  7. Trasferirlo su di una teglia antiaderente precedentemente riscaldata e poi portata a fuoco medio. Cuocere per tre o quattro minuti per lato avendo cura di non romperlo nel rigirarlo, aiutandosi con una paletta. Durante la cottura schiacciate ancora i bordi delicatamente con la forchetta in modo da mantenerlo chiuso ;
  8. andrà poi messo 30 secondi in piedi per riuscire a cuocere anche la base.
  9. In pochissimi minuti saranno pronti da servire caldi o tiepidi.
  10. Come nel caso della piadina,qualora decideste di raddoppiare le dosi e di prepararne un po’ di più oppure di fare qualche crescione e col restante impasto delle piadine, potrete facilmente congelare il tutto , pronto per altre evenienze.
Cucinare sano e gustoso http://www.cucinaresanoegustoso.it/

 

Acquista Online su SorgenteNatura.it

Torta Salata ripiena

Focacce, Pane, Pane e Focacce, Piadina, Pizza | 3 aprile 2015 | By

Torta Salata ripiena

Ottima per un pranzo speciale e anche da portare fuori casa, al lavoro o per un picnic!
Stampa

Per preparare l’impasto
  1. 300 g di farina di farro
  2. 150 g di acqua a temperatura ambiente
  3. 50 g di olio evo
  4. un pizzico di sale rosa.
Per preparare il ripieno
  1. Mezzo radicchio rosso
  2. Una cipolla rossa
  3. 100 g ca. noci sgusciate
  4. 200 g mozzarisella ( di riso)
  5. o mozzarella bio
  6. Curcuma o curry o paprika dolce
  7. Sale rosa, pepe e olio evo q.b.
  8. Un pochino di vino bianco per sfumare (oppure acqua).
Istruzioni
  1. Impasto: mettere in un robot da cucina tutti gli ingredienti e impastare fino ad ottenere un bel panetto omogeneo.
  2. Dividere la pasta in 4 palline e lasciarle riposare avvolte in un canovaccio umido per un’ora circa.
  3. Ripieno: mettere in una padella antiaderente la cipolla rossa con un filo di olio evo, saltare un minuto e aggiungere un pochino di acqua , coprire e cuocere un paio di minuti, poi aggiungere il radicchio rosso tagliato a listarelle e sfumare con un pochino di vino bianco , aggiungere le spezie preferite, aggiustare di sale e pepe , mescolare , coprire e cuocere ancora circa cinque minuti.
  4. Spegnere la fiamma, trasferire le verdure in un robot da cucina, frullare e tenere da parte.
  5. Tagliare a pezzettini la mozzarella o mozzarisella ( di riso).
  6. Passato il tempo di riposo dell’impasto stendere la prima pallina col mattarello (sottile ) e adagiarla all’interno di una tortiera con carta da forno o ben unta ed infarinata facendo debordare leggermente ai margini.
  7. Spennellare con un pochino di olio evo e adagiare sopra allo stesso modo la seconda pallina stesa sempre sottile.
  8. Versare il ripieno livellandolo bene, cospargere con la mozzarella o mozzarisella tagliata a pezzettini e 80 g ca. di noci a pezzetti ( tenere da parte ca. 20 g che serviranno alla fine).
  9. Coprire con il terzo strato di impasto sempre steso col mattarello, spennellare di nuovo con olio evo e finire con il quarto ed ultimo strato di impasto steso sottile.
  10. L’impasto che avete lasciato debordare fuori dalla teglia va ora ripiegato formando un bel bordo o cordone all’interno della teglia, saldandolo molto bene in modo che non si apra durante la cottura.
  11. Bucherellare con uno stuzzicadenti.
  12. Spennellare con olio evo misto a un pochino di latte vegetale anche la superficie e cospargere con le restanti noci a pezzetti.
  13. Cuocere in forno già caldo a 180/200 gradi per 20/30 min. ma controllare , il tempo di cottura dipende dal vostro forno.
Note
  1. Potete personalizzarla con il ripieno che più vi piace!
Cucinare sano e gustoso http://www.cucinaresanoegustoso.it/

 


Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Acquista Online su SorgenteNatura.it

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Piadina Romagnola integrale

Piadina Romagnola integrale

È molto semplice perché fa parte della cucina tradizionale romagnola di un tempo quindi povera ( ogni casa ha la sua ricetta e io vi lascio la mia in versione più leggera).
Stampa

Ingredienti
  1. Un chilo di farina integrale o di farro bio
  2. 20 g di sale rosa
  3. 4 dl di acqua
  4. 100 g circa di olio evo
  5. un cucchiaino da caffè ( raso e scarso) di bicarbonato di sodio. Attenzione a non esagerare con il bicarbonato altrimenti l’impasto sarà salato (serve da agente lievitante).
  6. Se vuoi una versione più golosa puoi mettere invece di 4 dl di acqua, 2 dl di latte vegetale e 2 dl di acqua.
Istruzioni
  1. Impasta tutto insieme come se stessi facendo il pane, deve venire un bel panetto morbido (se vedi che è troppo asciutto aggiungi un po’ di acqua, se è troppo morbido un po’ di farina).
  2. Fallo riposare giusto 5 min. sotto un canovaccio di stoffa. Poi fai delle palline del peso e dimensione desiderata e le stendi con il mattarello in modo da ottenere una forma abbastanza rotonda .
  3. Se fai delle piadine sono già pronte, da cuocere a fuoco a medio in una padella antiaderente o apposita teglia calda per circa 1 minuto per lato (se sono sottili) se no il doppio circa ; stai attento perché se le cuoci troppo diventano dure. Se invece decidi di fare i crescioni ( “calzoni” di piadina farciti ) sulla pasta stesa rotonda sottile metti la farcitura che desideri poi chiudi a mezzaluna schiacci molto bene bene i bordi con una forchetta altrimenti poi si aprono durante la cottura …cuoci ogni lato sempre per circa 2 minuti ( vai a occhio) continuando a schiacciare il bordo in modo che non si apra. La farcitura non deve mai essere troppo liquida… il pomodoro deve essere bello stretto non troppo liquido e la mozzarella meglio quella da pizza che è meno acquosa altrimenti usi l’altra però non devi sporcare i bordi che chiudi con la farcitura altrimenti si chiudono male…le prime volte devi prendere un po’ di pratica poi dopo ti verranno sempre meglio comunque è facile!
Cucinare sano e gustoso http://www.cucinaresanoegustoso.it/

Acquista Online su SorgenteNatura.it